Archivi tag: viabilità

Piazza Indipendenza no al parcheggio

“Ancora un attrattore di traffico in zona centro”. Con queste parole i consiglieri Ornella De Zordo e Tommaso Grassi  attaccano l’ipotesi di realizzare un parcheggio a scomparsa in piazza Indipendenza. “La città di Firenze manca ancora di un Piano della Mobilità e di un Piano della Sosta, e il sindaco procede in materia per interventi spot scollegati da un disegno complessivo. I risultati si vedono. Ora pare si stia lanciando nella realizzazione di un parcheggio sotterraneo in piazza Indipendenza e non per residenti. E’ talmente chiaro che si deve disincentivare l’uso delle macchine nella parte del centro storico. E invece cosa fa la giunta Renzi? Prospetta ben 3 parcheggi interrati per non residenti, quindi attrattori di traffico, in 3 piazze centrali come il Carmine, Brunelleschi e Indipendenza. E questo malgrado la popolazione residente chieda tutt’altro, come già manifestato nel corso dei famosi “100 luoghi”. La cura per migliorare la vita di residenti e pendolari che ogni giorno affrontano code e intoppi con relativo aumento dell’inquinamento dell’aria non sarebbe poi così difficile: Firenze – proseguono – deve puntare a diminuire il numero di macchine in circolazione e per farlo occorre potenziare il trasporto pubblico locale da collegarsi a parcheggi scambiatori posizionati nei vari punti di accesso in città, deve riutilizzare contenitori adeguati per parcheggi per residenti, far decollare finalmente il servizio di car sharing e incentivare quel 10 per cento di mobilità che si sposta usando la bicicletta. Questo, oltre a lanciare – e sarebbe la soluzione di fondo – una metropolitana di superficie di area vasta di cui solo ora si comincia a parlare”.

Piazza del Carmine, addio alle macchine

Fonte: La Repubblica Firenze 9/11/2013
Di: Massimo Vanni

Rivoluzione in Oltrarno, l’annuncio del sindaco. L’operazione all’inizio del 2014
Il sindaco deciso a intervenire senza aspettare quello sotterraneo

Fuori le auto da piazza del Carmine. Senza neppure aspettare il previsto parcheggio sotterraneo, tanto osteggiato dai residenti. Fuori subito, a partire dai primi giorni dell’anno. Dopo la Befana. Quando scatterà la pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita e anche la rivoluzione dei lungarni e dell’Oltrarno. Ad annunciarlo, il sindaco Matteo Renzi nella Enews diffusa ieri sera.
«ADESSO una fase di ascolto in città e con i comitati, alcuni dei quali sono professionisti della critica: poi si parte. E confermo l’impegno per liberare piazza del Carmine dalle auto». Scrive così il sindaco nella Enews, usando la parola «confermo». Che però annuncia la sorpresa dei tempi. Perché se fino ad oggi, l’idea di togliere le 200 e passa auto oggi parcheggiate davanti alla Chiesa del Carmine e alla Cappella Brancacci contenente gli affreschi di Masaccio era legata al progetto del parcheggio sotto la piazza, adesso è legata alla pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita. Slittata dal 10 novembre prossimo a dopo le feste.
Lo sfratto delle auto potrebbe in realta arrivare alcuni giorni dopo il Ponte Santa Trinita e i cambi di circolazione previsti per i lungarni e per l’Oltrarno. Ma a Palazzo Vecchio si stanno ormai studiando le soluzioni alternative per le auto dei residenti: sulla scrivania del sindaco ci sono tre ipotesi diverse. Anche se, qualunque sarà la decisione finale, sembra ormai chiaro che per recuperare e riservare posti auto ai residenti sfrattati dal Carmine verranno cancellate molte delle strisce blu della zona. Cioè molta dell’attuale sosta a pagamento.
Nell’ultimo scorcio Renzi pare del resto deciso a puntare di nuovo sulle pedonalizzazioni che proprio all’inizio del suo mandato (piazza Duomo anzitutto) gli avevano regalato tanta visibilità. Collegate comunque a rivoluzioni della circolazione. Perché la chiusura al traffico del Ponte Santa Trinita, per la quale non c’è ancora una data esatta, si porta dietro anche l’inversione dei sensi per via Romana e via Maggio da una parte e via de’ Serragli dall’altra. Quest’ultima non servirà più ad uscire dal centro, ma come ingresso. Mentre i lungarni, una volta eliminato l’attuale giro dei ponti, correreanno in senso inverso: quelli dalla parte del centro dal Ponte Vecchio in direzione di piazza Goldoni, quello d’Oltrarno dal ponte Vespucci fino a via Maggio e poi Borgo San Jacopo.

23 ottobre Consiglio di Quartiere 1: “Mobilità in Oltrarno”

MERCOLEDI’ 23 OTTOBRE alle ore 20,30
alla sala delle Leopoldine in Piazza Tasso
è convocato dal Quartiere 1 un CONSIGLIO DI QUARTIERE, in seduta pubblica APERTO alla cittadinanza,
con all’ordine del giorno: “MOBILITA’ IN OLTRARNO”.

Nel Consiglio di Quartiere aperto c’è DIRITTO DI PAROLA E DI INTERVENTO per tutti i cittadini.
Il tema della “mobilità” è determinante per la qualità della vita in Oltrarno e comprende:

  • il NO al parcheggio interrato in Piazza del Carmine e le proposte e i progetti alternativi
  • la richiesta ZTL 24 ore su 24 x 7 gg.
  • la richiesta di un servizio pubblico entro le mura, fornito esclusivamente con bussini elettrici o ecologici,
  • la soluzione dei problemi di traffico ed inquinamento in Via Romana, Via dei Serragli, Borgo San Frediano,
  • la vigilanza per il rispetto del limite 30 Km. orari entro le mura
  • la richiesta di un ramo della tranvia da Paolo Uccello a Porta Romana ed oltre…
  • la verifica delle conseguenze della riorganizzazione della ZTL e della pedonalizzazione di Piazza Pitti
  • lastricare (e pedonalizzare…) piazza de’ Nerli?… o piuttosto Piazza del Cestello?
  • – (…) 

PARTECIPIAMO NUMEROSI

Incontro pubblico “2000 anni di mobilità in Toscana. Il progetto di una metrotranvia tra Firenze, Prato e Pistoia”

28 febbraio 2009: all’Altana di calenzano di parla di Metrotranvia

Muoversi oggi nell’area metropolitana: il progetto di una metrotranvia tra Firenze, Prato e Pistoia. E’ il tema della giornata di riflessione proposta dalla rivista di storia locale Microstoria, in occasione del proprio decennale, e il quotidiano Metropoli Day, con il patrocinio del Comune di Calenzano: la cittadinanza è invitata a partecipare sabato 28 febbraio, dalle  9.30, all’Altana del Castello di Calenzano Alto.
Il progetto di metrotramvia che potrebbe finalmente collegare l’asse Firenze – Prato – Pistoia a tutti i comuni della Piana sarà l’argomento della prima parte della giornata mentre la seconda parte sarà dedicata al tema mobilità sotto il profilo storico.
Interverrà anche la sezione fiorentina di Italia Nostra rappresentata dal presidente Prof. leonardo Rombai.
Clicca qui per scaricare il depliant dell’incontro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: