Archivi della categoria: Erosione e difesa dei litorali

Piombino, nuovo porto turistico alla foce del Cornia Vecchio. Le sabbie del dragaggio per la costruzione del portio verrebbero utilizzate per il ripascimento delle spiagge del Quagliodromo e di parte della costa Est. E’ indispensabile la VIA, no alla procedura semplificata.

Ciò che è finito alla foce del Cornia vecchio (e forse finisce ancora?) dagli scarichi sul fosso e dagli scoli a mare

La Cooperativa “La Chiusa Pontedoro” sta portando avanti il già approvato progetto di costruzione di un porto turistico e per pescherecci nella Chiusa al porto di Piombino, approdo strategico per imbarcazioni di lusso fino a 18 metri che volessero visitare l’Arcipelago Toscano e la nostra bellissima costa.[…]  

Il 31/03/2021 la Cooperativa ha presentato domanda di “non assoggettabilita’ alla VIA” per un NUOVO progetto: il ripascimento del litorale ad Est del Polo. Secondo questo progetto, le sabbie del dragaggio necessario alla costruzione del porticciolo verrebbero utilizzate per il ripascimento del Quagliodromo e di parte della costa Est. LEGGI TUTTO

Ancora sulla discarica di Rimateria e sul SIN di Piombino (ma anche su salute e ripascimenti delle spiagge)

Comitato di Salute Pubblica di Piombino 17 maggio. Solo una politica cieca e per niente lungimirante può ancora sostenere che un ulteriore ampliamento della discarica di Ischia di Crociano potrebbe portare o avrebbe potuto portare dei benefici al territorio.Chi lo afferma ancora oggi non considera che, negli ultimi anni, tutti gli ultimi ampliamenti concessi e i sacrifici fatti dal territorio e dalla cittadinanza, sono valsi a ben poco. LEGGI TUTTO

Comitato di Salute Pubblica di Piombino 13maggio. La Commissione sulla Salute, commissione di studio istituita nel 2019 , presieduta dal Dott. Mario Atzeni e composta dagli esponenti di tutti i gruppi politici, ha aggiornato la cittadinanza, attraverso un comunicato , sui risultati della sua seconda riunione che ha visto, fra gli altri, la presenza della Dott.ssa Pagliacci, direttrice della Società della Salute delle Valli Etrusche.I risultati forniti dalla Commissione hanno evidenziato sul nostro territorio “un aumento significativo di mortalità per cause cardiovascolari, un aumento di incidenza per molte malattie neoplastiche alcune con un aumento statisticamente rilevante altre non rilevanti a causa delle esiguità dei campioni.” LEGGI TUTTO

La piazza Val di Cornia, 7 aprile. Sim Sala Bim: e il SIN diventa pulito. Il video di Ugo Preziosi “Tracine nelle Sabbie”

La piazza Val di Cornia, 28 aprile. Chiusa: dubbi sulle operazioni di ricollocazione delle sabbie. Il 31/03/2021 la Cooperativa ha presentato domanda di “non assoggettabilità” alla VIA per un NUOVO progetto: il Ripascimento del litorale ad Est del Polo. Il ripascimento sarebbe eseguito con le sabbie del dragaggio necessario alla costruzione del porticciolo e sarebbero messe al Quagliodromo. La VIA a differenza del “procedimento di non assoggettabilità” comporta una analisi approfondita delle opere che si intendono compiere attraverso le Conferenze dei Servizi. Conferenze in cui vengono chiamati ad esprimersi ARPAT, Demanio, ASL, Comune, ISPRA, e altri soggetti interessati per assicurare che non si avranno impatti ambientali negativi. Tutti possono esprimere la propria opinione in merito alla richiesta di “non assoggettabilità alla VIA” entro i primi di Maggio 2021. Questo permetterà alla Regione di valutare in modo più approfondito tale questione. LEGGI TUTTO

Castiglione della Pescaia. Italia Nostra, Soprintendenza e Regione Toscana chiedono la procedura di VIA per le opere di difesa del litorale.

Il Progetto che prevede la posa a mare di  16 pennelli trasversali, 5 barriere parallele e 5 “isole” sommerse lungo i circa 7 km che corrono dalla spiaggia delle Rocchette al porto di Castiglione, incontra l’opposizione del Comitato Save the Coast Cdp  sostenuto da Italia Nostra.

L’intervista a Laura Salvadori e Lorenzo Petrini rispettivamente portavoce e Presidente di Save The Coast CdP

Italia Nostra Toscana chiede di sottoporre il progetto a procedimento di VIA (Intervista a Mariarita Signorini)

approfondisci

Spiagge, coronavirus e fruizione dei litorali toscani. Italia Nostra, Legambiente, Lipu e WWF chiedono l’apertura di un tavolo di confronto regionale

Fra i tanti aspetti complessi relativi alla ripresa delle attività nelle fasi di progressiva uscita dall’emergenza pandemia, quello della gestione e della fruizione dei litorali della Regione Toscana, è oggetto di una richiesta esplicita da parte delle associazioni Italia Nostra, Legambiente, Lipu e WWF formulata all’indirizzo del Presidente Enrico Rossi e dell’assessore competente Federica Fratoni. Nella fattispecie, le associazioni richiedono l’indizione di un tavolo di confronto volto a determinare, unitamente ai rappresentanti istituzionali e a personalità di rilievo del mondo scientifico, economico ed ambientalista, le condizioni migliori per la redazione di un piano regionale per la fruizione sostenibile dei litorali toscani.

L’esempio di una prassi da evitare illustrata in money.it, 30 aprile 2020. Spagna: candeggina per disinfettare la spiaggia, disastro ambientale

Un video dell’affumigamento della spiaggia di Zahara de los Atunes (Cadice) e il pentimento del Presidente della Entidad Local Autónoma 

VENEZIA: ACQUA ALTA, MOSE E ITALIA NOSTRA SU RADIO RAI 1 (13 Novembre 2019)

Una esaustiva sintesi nelle interviste a

Arch. Cristiano Gasparetto del direttivo di Italia Nostra Venezia, ex assessore all’urbanistica e alla mobilità nella provincia di Venezia impegnato nella battaglia contro il Mose e contro le grandi navi in laguna (minuto 8.28)

Maurizio Dianese, giornalista del Gazzettino. Tra i suoi libri: Mose. La retata storica (2014, insieme

Pietro Greco, giornalista scientifico, conduttore di Radio3 Scienza

Antonello Pasini, fisico climatologo del Cnr

Pietro Laureano, esperto Unesco degli ecosistemi in pericolo

Mario Tozzi, geologo e divulgatore scientifico.

ASCOLTA

 

Erosione, sviluppo e interventi di difesa litoranea sul Golfo di Follonica

Nell’edizione di sabato 3 agosto 2019, il Tirreno descrive un progetto regionale per la difesa costiera del litorale della Costa Est che prevede un investimento di 3,387 milioni di euro ca. Stando alla redazione, la scelta cade sul tratto che a partire da 300m a ovest di Torre Mozza si stende per 1,2 km fino al Golfo del Sole.

continua a leggere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: