Sesto F.no, nuovo supermercato nell’area Ginori. Italia Nostra con il comitato “Area Ginori- Arte e cultura al posto del cemento” e il “Comitato per la tutela degli alberi di Sesto Fiorentino” chiedono un incontro al Presidente di UNICOOP Firenze

COMUNICATO STAMPA
Sesto Fiorentino, 2 dicembre 2021

Il comitato “Area Ginori- Arte e cultura al posto del cemento”, il “Comitato per la tutela degli alberi di Sesto Fiorentino” e l’associazione “Italia Nostra” sez. Firenze, hanno inviato alla Presidente di UNICOOP Firenze dott.ssa. Mori, una richiesta di incontro al fine di mostrarle i dati e le ragioni di un ripensamento del progetto di costruzione di un nuovo supermercato nell’area Ginori.
E’ ormai evidente infatti la crisi del settore della vendita diretta nei supermercati a vantaggio degli acquisti anche di generi alimentari tramite servizi e piattaforme online che facilitano gli acquirenti al punto di trovarsi la spesa direttamente a casa. Attività questa, che sta prendendo campo anche in Italia e, in special modo, per il cambiamento stimolato dalla crisi pandemica. Ma non solo: il grave cambiamento climatico a livello globale ci impone una irrinunciabile attenzione all’ambiente ed in particolare al suolo che non può più essere considerato come elemento di sfruttamento bensì come un dono che dobbiamo custodire per il bene delle generazioni attualmente viventi ma soprattutto di quelle che verranno. E’ un dovere verso il quale nessun essere umano può sottrarsi. LEGGI TUTTO

I nostri precedenti interventi sul verde pubblico e sulle alberature di Sesto Fiorentino

Tramvia, “riqualificazione” del Campo di Marte e Costa San Giorgio: i “percorsi partecipati” a Firenze”. L’INFELICE AVVIO dei Consigli di Quartiere aperti alla cittadinanza e l’Audizione concessa all’Associazione di volontariato Idra alla Commissione consiliare 3

Nelle ultime settimane si sono avviati gli incontri con i residenti dei singoli quartieri (Quartiere 2 del 23 novembre 2021) nell’ambito delle sedute dei Consigli di Quartiere con la partecipazione di Sindaco e Assessori. Inoltre e a mesi dall’invio della richiesta, anche la Commissione consiliare 3 – Territorio, urbanistica, infrastrutture, patrimonio si è riunita (1 dicembre 2021) per ascoltare le osservazioni dell’Associazione IDRA in merito al “recupero” della ex Caserma San Giorgio

Per motivi indipendenti dalla nostra volontà abbiamo dovuto rinunciare alla partecipazione diretta al primo dei Consigli di Quartiere aperti alla cittadinanza. Per questo, ma anche per le segnalazioni giunteci dai residenti, abbiamo seguito la registrazione dell’incontro qui

Ne abbiamo concluso che se questi rimarranno i termini della partecipazione (ma questa nostra ha anche l’intento di migliorare il rapporto tra istituzioni e cittadini e non vediamo motivi perché non si possano o non si vogliano migliorare tempi e scaletta dei prossimi incontri), forse è meglio starne alla larga.

I motivi di questo pensiero sono diversi e possono essere riscontrati, quasi tutti, nella stessa registrazione. Leggi Tutto

Ruota panoramica: la risposta del Sindaco Nardella alle osservazioni di Italia Nostra

Pubblichiamo senza commenti la risposta (da noi ricevuta in data 24 novembre 2021) del Sindaco Nardella (che ringraziamo) alle nostre osservazioni inviate in data 15 novembre

Giovedi 2 dicembre alle 21 alla Casa del Popolo di Tripetolo (Lastra a Signa). Viabilità e nuovo ponte sull’Arno: Assemblea Pubblica

Il Circolo Legambiente di Lastra a Signa convoca per il 2 dicembre alle ore 21 alla Casa del Popolo di Tripetolo (Lastra a Signa) una assemblea per discutere della posizione del previsto Ponte d’Arno e della viabilità alternativa

Vedi la Locandina

Bagno a Ripoli, Venerdì 26 novembre (h.15 alla Biblioteca Comunale di Ponte a Niccheri). Conferenza stampa e assemblea per rivedere sostanzialmente lo strumento urbanistico.

Contro il nuovo Piano Operativo-Strutturale di Bagno a Ripoli – Venerdì 26 novembre alle ore 15, alla Biblioteca Comunale di Via di Belmonte (Ponte a Niccheri), conferenza stampa e assemblea di associazioni e comitati che hanno presentato la Petizione con 882 firme per rivedere sostanzialmente lo strumento urbanistico. Presente il prof. Emerito dell’Università di Firenze Massimo Morisi, già garante all’informazione e partecipazione della Regione e del piano regolatore comunale vigente.

E’ possibile assistere alla conferenza-assemblea anche da remoto su Google Meet, cliccando su questo link: https://meet.google.com/yyx-owbi-zik    Altrimenti aprite Meet e inserite il codice: yyx-owbi-zik.

Valutazioni sulla raccolta di 882 firme

Ruota panoramica alla Fortezza. Italia Nostra scrive al Sindaco per richiedere l’interruzione e l’abbandono del procedimento autorizzativo

Immagini riprese dal sito Controradio.it

I Sottoscritti Prof. Leonardo Rombai e prof. Mario Bencivenni della Presidenza di Italia Nostra sez. Firenze venuti a conoscenza dell’avviso pubblico per “PROGETTO AUTOFINANZIATO AVENTE AD OGGETTO LA REALIZZAZIONE PRESSO IL GIARDINO DELLA FORTEZZA DA BASSO (PIAZZA ORIANA FALLACI) DI INIZIATIVE CULTURALI E DI INTRATTENIMENTO, COMPRENSIVE DI UNA RUOTA PANORAMICA E DI UNA PISTA DI PATTINAGGIO SU GHIACCIO, DURANTE IL PERIODO DELLE FESTIVITÀ NATALIZIE” e gli esiti della commissione incaricata per la valutazione dei due progetti presentati e dichiarati entrambi ammissibili e quindi invitati a presentare il progetto definitivo che dovrà nei prossimi giorni ricevere i nulla osta previsti per la sua esecuzione

Fanno presente quanto segue:

  1. Il giardino oggetto del bando di avviso pubblico cioè il giardino posto sul lato est della Fortezza da Basso (oggi denominata Piazza Oriana Fallaci) è un giardino monumentale compreso nel vincolo di valore storico artistico e paesaggistico del complesso della Fortezza da basso. Infatti, assieme al viale dei Colli costituisce una delle testimoniante più importanti delle sistemazioni a verde pubblico previste da Giuseppe Poggi nel suo Piano di ingrandimento di Firenze Capitale. Realizzato da uno dei più importanti tecnici giardinieri della metà dell’Ottocento, Attilio Pucci, con il suo spartimento, la presenza di importanti piante ornamentali e parterre a fiori e ad arbusti, con i vialetti che connettono le varie aiuole attorno allo stupendo laghetto posto al suo centro, costituisce uno degli esempi di giardino pubblico paesaggistico degno della grande tradizione europea dell’epoca. Per questi motivi esso è dichiarato monumento di valore nazionale e compreso nel decreto di riconoscimento di valore del complesso della Fortezza da Basso. LEGGI TUTTO
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: