Archivi della categoria: Tav

FOSTER, PEOPLE MOVER E CIRCONDARIA: E’ BENE RIPARLARNE

La fermata di superficie “Circondaria” sulla linea per Prato in corrispondenza della stazione Foster per l’AV. Quest’ultima è collegata con passaggi pedonali al people mover il cui tracciato si concludealla stazione di SMN, distante 1.300 m. Sulla sinistra il raccordo di cintura con la linea per Campo di Marte/Roma.

Riceviamo e pubblichiamo questo contributo di Francesco Re e Paolo Celebre e con la speranza che le questioni qui sollevate e messe a fuoco su un intervento infrastrutturale di questa importanza e impatto per la città si possa finalmente aprire un serio dibattito pubblico

A commento del comunicato di Regione Toscana e RFI che un mese fa annunciava l’inserimento del people mover tra i progetti toscani da realizzare con le risorse del Recovery Fund, nei giorni scorsi avevamo inviato una lettera al direttore del Corriere Fiorentino.

Ieri è apparsa la notizia che i lavori alla Foster ripartono per la costruzione di un nuovo mega camerone dove sbucherà la talpa, le cui terre di escavazione cominceranno ad essere trasferite a Cavriglia dal prossimo 8 giugno. Insomma si ricomincia a scavare e a trasportare terre, due attività predilette dai sostenitori del Passante AV, spesso al centro di indagini e processi, mentre ancora non si sa come classificare le terre di scavo dei due tunnel sotto la città. Intanto, come cerchiamo di spiegare nella nostra lettera, è sempre più incomprensibile il modello di esercizio che si intende adottare nel Nodo. LEGGI TUTTO

Venerdi 7 maggio 2021 ore 17:30, la sezione Castelli Romani di Italia Nostra organizza la videoconferenza “Non c’è più tempo” con la partecipazione del climatologo Luca Mercalli e di Patrick Paris, presidente del MUSAC

Un  invito a diffondere la videoconferenza  di Italia Nostra sezione Castelli Romani in collaborazione con l’Accademia Vivarium Novum,  con la partecipazione del Museo Street Art dei Castelli Romani (MUSAC),

La crisi ambientale e climatica attuale, aggravata dalla pandemia, mette in discussione il nostro modello di sviluppo economico e culturale, fondato sul sistema capitalistico ed i consumi di massa. La fase politica attuale, se da un lato, con il recovery plan, sembra privilegiare l’ambiente, dall’altro lato non contempla il problema del consumo di suolo,  la tutela del paesaggio, la partecipazione dei cittadini alle scelte sulla gestione del territorio, ma, piuttosto,  intende voler semplificare le procedure per gli appalti delle grandi opere le quali talvolta hanno anche un impatto importante sull’ambiente stesso.

Luca Mercalli, celebre climatologo e divulgatore scientifico, presidente della società meteorologica italiana, critico verso il nostro modello di sviluppo, ha coraggiosamente spiegato le ragioni della sua contrarietà  alla TAV Torino-Lione in val Susa, dove egli stesso vive. Ha pubblicato numerosi libri tra cui quello intitolato “Non c’è più tempo”.

Per partecipare ciliccare sul LINK:

https://zoom.us/j/91247160193?pwd=RTNITmhOVmF1OHlLOTNUWTRieGxSdz09

Se richiesti:

ID webinar: 912 4716 0193  

Passcode webinar: 7470174

locandina

Oggi: da Fukushima all’alta velocità (con un ricordo, amaro, di Giampiero Maracchi)

Greenpeace, 13 aprile. Comunicato Stampa, “La decisione del governo giapponese di scaricare in mare l’acqua contaminata ignora i diritti umani e le leggi marittime internazionali”

No Tav Info. Che sta succedendo a San Didero in Val di Susa

L’informatore, coopfirenze.it. Giampiero Maracchi nel febbraio 2016 (dopo molteplici frequentazioni di conferenze sul clima organizzate dai diversi Stati). Gli incontri sul clima ? il festival degli slogan Sono venticinque anni che come climatologi lanciamo allarmi su quello che poi è avvenuto e probabilmente avverrà nei prossimi anni, ma niente di concreto è stato fatto. Le piogge saranno sempre più intense, il vento produrrà fenomeni mai visti, come nell’agosto scorso a Firenze, la siccità avrà tendenze persistenti e i ghiacciai continueranno a sciogliersi.

Associazione di volontariato Idra. Comunicato stampa: Colpo su colpo: grandi opere o grandi bufale? Aeroporto sotto casa e TAV sotto la città

Riceviamo e veicoliamo condividendo:

COMUNICATO STAMPA, 25.6.’20

Colpo su colpo: grandi opere o grandi bufale? Verso un futuro per tutti o indietro a un passato sorpassato? Firenze ancora in mano a una monocultura del turismo?

Aeroporto sotto casa e TAV sotto la città: un regalo a Firenze? Idra: “Le analisi di Rossi e i numeri di Giani siano sottomessi al vaglio dei fatti!”

A una tavola rotonda on line organizzata l’altro ieri dalla Uil Enrico Rossi dichiara“Non si può pensare a difendere turismo e business senza modernizzare gli aeroporti o realizzare una stazione ferroviaria dell’alta velocità a Firenze che eviti il rischio di molti treni non si fermino più nel capoluogo toscano”.

Forse non ha letto la diagnosi che restituisce della stazione Foster, dati del progetto alla mano, l’analisi costi-benefici che tanto è piaciuta all’assessore ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli. Queste le conclusioni testuali di quel documento sull’impatto della Foster in città:Gli utenti destinati a Firenze (…) sono complessivamente danneggiati dalla posizione della stazione. In particolare, tutti quelli che interscambiano tra treni (non solo regionali) in Santa Maria Novella avranno un significativo aumento di tempi, così come quelli destinati al centro di Firenze (es. i turisti). (…) La scelta di seguire sotto terra la cintura ferroviaria ha introdotto vincoli al progetto e per contro non sembra averne minimizzato i disagi per i ‘fiorentini’“. LEGGI TUTTO

Ultim’ora e sorpresa: un altro volteggio? TAV a Firenze: Infrarail apre i cantieri… a sua insaputa? Idra chiede trasparenza sulle fonti delle informazioni

 

Riceviamo dall’Associazione di volontariato IDRA rimandando a quanto pubblicato dalla nostra associazione in data 16 aprile e 19 aprile c.m.

Comunicato stampa 20 aprile 2020

E’ stata definita un miracolo, in tempi di Covid19, la notizia che le cronache fiorentine di un importante quotidiano nazionale hanno diffuso apparentemente entusiaste sabato scorso: Torna la Tav. Accordo fatto per i cantieri. Ci voleva il coronavirus. Un miracolo all’inverso della potenza negativa del virus. Se non a maggio a giugno, e comunque prima dell’estate. ”

Ma nelle stesse ore arrivava nella casella di posta certificata dell’associazione ecologista fiorentina Idra una lunga nota a firma dell’ing. Raffaele Zurlo, amministratore delegato di Infrarail Firenze Srl (IFR), la società di RFI incaricata della rivisitazione del progetto di sotto-attraversamento TAV della città di Firenze. Un aggiornamento che fornisce tutt’altre notizie. Leggi tutto

Firenze ripartono TAV, stazione Foster e aeroporto: trattasi dell’annunciata nuova urbanistica fiorentina?

Il Post.it, 27 novembre 2016. «Il progetto di fare una stazione da 30 mila metri quadrati non esiste più», ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella lo scorso 7 novembre [2016]

Corriere fiorentino.it, 30 giugno 2016 Questo progetto di Alta velocità che Ferrovie dello stato ha voluto fare in tutti i modi, oggi appare inspiegabile – dice Nardella nella registrazione diffusa dal sito di Controradio – L’Alta velocità è stata progettata vent’anni fa, le nuove tecnologie consentono di gestire treni ad alta velocita a tre minuti l’uno dall’altro[…]” 

Firenze today, 27 giugno 2019. Nardella: “Necessaria stazione Foster e sotto-attraversamento Tav”“

Repubblica, 18 aprile 2020. Accordo fatto a giugno ripartono Tav e Stazione Foster

Bisenzio 7, 18 aprile 2020. La Regione riparte da capo e riavvia l’iter per la nuova pista

Forumterzo settore.it. Lettera aperta di Italia Nostra al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro Dario Franceschini: “Vi chiediamo allora di sostenerci con le azioni più vigorose nell’ambito della tutela”

agcult.it, 15 aprile 2020. ITALIA NOSTRA: Su opere pubbliche serve efficienza, non semplificazione L’Associazione è invece senz’altro d’accordo nel dare impulso alle opere pubbliche necessarie

Il Dubbio, 15 aprile 2020. L’appello delle associazioni ambientaliste al governo: “ Ripartire con la salute ambientale al primo posto”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: